IRCCS Eugenio Medea dell’Associazione “La Nostra Famiglia”


IRCCS Eugenio Medea dell’Associazione “La Nostra Famiglia”

Sede legale : Via don Luigi Monza, 1 – 22037 Ponte Lambro (Co)
Sedi operative:
Regione Lombardia:
Via don Luigi Monza, 20 – 23842 Bosisio Parini (LC)

Regione Veneto:
Via Costa Alta, 37 – 31015 Conegliano (TV)
Via Monte Grappa, 96 – 31053 Pieve di Soligo (TV)

Regione Friuli Venezia Giulia:
Via della Bontà 7 – 33078 San Vito al Tagliamento (PN)
Via Cialdini, 29 – 33037 Pasian di Prato (UD)
Regione Puglia:
Piazza di Summa – 72100 Brindisi

Presidente: Luisa Minoli
Direttore Generale: Marco Sala
Direttore Scientifico: Maria Teresa Bassi
Direttore Sanitario Centrale: Massimo Molteni
Direttore Amministrativo: Laura Nulli

STORIA

La fisionomia dell’Istituto “Eugenio Medea” – sezione scientifica dell’Associazione “La Nostra Famiglia” – risulta dalla stretta connessione tra riabilitazione o più specificamente, neuro-riabilitazione, ed età dello sviluppo, cioè fase “evolutiva” nella vita del bambino e dell’adolescente.

Questa connotazione deriva ufficialmente dal primo riconoscimento come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS), del 1985, ma l’approccio è sempre stato lo stesso, anche prima del riconoscimento ufficiale. L’istituto nasce infatti per dare validità scientifica alla vasta esperienza che, in campo neuroriabilitativo, si andava accumulando nei Centri di Riabilitazione che l’Associazione “La Nostra Famiglia” aveva già da decenni attivato – e tuttora conduce – in decine di strutture operative in diverse Regioni al Nord ed al Sud dell’Italia, oltreché in più Paesi esteri (Sud Sudan, Brasile, Ecuador, Cina).

Questa caratterizzazione non è rimasta statica e si è, invece, articolata negli anni, almeno in tre successive fasi di sviluppo puntando progressivamente a focalizzare un approccio necessariamente “neuroscientifico” alla riabilitazione.

 

ATTIVITÀ SANITARIA E DI RICERCA

Presso l’IRCCS “E. Medea” sono attivi 278 posti letto (208 RO+70 DH). Le attività cliniche prevalenti sono rivolte verso le seguenti patologie:

  • Patologie neuromuscolari e neurodegenerative dell’età evolutiva;
  • Patologie malformative cerebrali e cerebellari;
  • Paralisi cerebrali infantili;
  • Cerebrolesioni acquisite (traumi cranici e tumorali post-chirurgici);
  • Epilessia;
  • Disabilità intellettiva isolata e sindromica;
  • Psicopatologia e disturbi del neurosviluppo, autismo, disturbi del comportamento, ADHD, disturbi del linguaggio e dislessia, disturbi del comportamento alimentare.

Nel 2018 sono stati ricoverati 5.314 pazienti, di cui 970 malati rari, rispettivamente per un totale di 48.876 e 643 giornate di RO, 11.386 pazienti in DH di cui 590 con malattia rara. Nello stesso anno sono state effettuate 8.526 MAAC (100 pazienti con malattia rara) e 82.319 visite ambulatoriali di cui 360 visite specialistiche per pazienti con malattie rare. Sono state condotte 28 sperimentazioni cliniche.

L’attività di ricerca dell’IRCCS E. Medea è condotta da 109 ricercatori che operano nell’ambito di 4 aree di ricerca:

  • area 1: Neuroscienze cliniche dell’età evolutiva: neuropatologia, neurofisiopatologia e riabilitazione;
  • area 2: Psicopatologia dello sviluppo, psicologia del contesto socio-ambientale e dei processi educativi;
  • area 3: Neurobiologia, biologia computazionale, farmacologia;
  • area 4: Tecnologie applicate (neuroimaging, bioingegneria, robotica), organizzazione e gestione dei servizi sanitari.

L’impact factor normalizzato prodotto nel 2018 è pari a 541,67 con 135 pubblicazioni.