IRCCS Burlo Garofolo


IRCCS Burlo Garofolo

Via dell’Istria 65/1 – 34137 Trieste
Tel. 040/3785 111

Direttore Scientifico ad interim: Paolo Gasparini
Direttore Generale: Stefano Dorbolò
Direttore Sanitario: Paola Toscani
Direttore Amministrativo : Serena Sincovich

STORIA

Il Burlo Garofolo nasce il 19 novembre 1856, tra i primi  ospedali pediatrici in Italia, come istituzione filantropica patrocinata dalla ricca e multietnica borghesia cittadina, allo scopo di “assicurare gratuitamente ai fanciulli di poveri genitori adeguato asilo”.

Dal 1968 è Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico(IRCCS) e si caratterizza oggi come ospedale di alta specializzazione e di rilievo nazionale nel settore pediatrico ed in quello della tutela della maternità e della salute della donna.

 

ATTIVITÀ SANITARIA E DI RICERCA

Il Burlo Garofolo fornisce servizi diagnostici, sanitari e riabilitativi altamente specializzati soprattutto nella pediatria medica e chirurgica e nella medicina riproduttiva e nella perinatologia.

Impiega circa 800 persone, tra le quali 182 ricercatori, borsisti e contrattisti.

Come IRCCS sviluppa:

  • la ricerca nel campo biomedico;
  • l’innovazione nei modelli di cura;
  • la formazione e il trasferimento di conoscenze.

Presso l’IRCCS hanno sede varie strutture dell’Università degli Studi di Trieste (Genetica Medica, Ostetricia e Ginecologia, Pediatria) fortemente integrate in tutte le attività dell’Istituto stesso. Numerosi sono i laboratori dedicati alle attività di ricerca sull’immunologia cellulare alle “omiche”, la genetica molecolare e lo sviluppo di terapie innovative. In campo terapeutico sono 95 i trials clinici multicentrici attivi. L’Istituto ha stretti legami di collaborazione nazionali ed internazionali che comprendono una fitta rete di Ospedali pediatrici e Centri di ricerca inclusi alcuni nei paesi in via di sviluppo ed è inoltre membro ERN BOND. Dal 1992 il Burlo Garofolo è riconosciuto quale Centro Collaboratore dell’OMS per la salute materno-infantile.

La produzione scientifica, valutata sulla base degli indici bibliometrici, è in continua e costante crescita così come l’attrattività extra-regionale e extra-nazionale dei pazienti.

Nel 2020 sono stati prodotti 1.340,77 punti di Impact Factor Normalizzato, 265 pubblicazioni e 10.020 ricoveri, di cui 6.804 Ordinari e 3.216 Day Hospital. Inoltre le prestazioni ambulatoriali totali sono state 178.282 ed il numero di malati rari pediatrici presi in carico sono 1.600 circa.